LA NOSTRA STORIA

SLC sardo nasce con il congresso fondativo tenutosi ad Oristano il 27 maggio 1996. Nasce dall’accorpamento della FILIS (Federazione Italiana Lavoratori Informazione Spettacolo) con FILPT (Federazione Italiana Lavoratori Poste Telecomunicazioni).
Fu una scelta dettata, a partire dalla seconda metà degli anni novanta, dalle importanti modificazioni che avvenivano anche in maniera sostanziale all’interno del settore delle telecomunicazioni. Si trattava di costruire un nuovo soggetto sindacale, che consentisse di portare tutti i lavoratori della comunicazione genericamente intesa a lavorare avendo presente lo sbocco finale del lavoro e del loro prodotto. Di fatto si verificava una ricomposizione del processo produttivo: avevamo gli operatori delle reti e, allo stesso tempo, gli operatori che producevano i contenuti che avrebbero dovuto viaggiare per rete. Questo è un aspetto importantissimo che ci consentiva di affrontare gli straordinari cambiamenti in corso.
Il settore delle Telecomunicazioni in Italia in quegli anni era interessato da processi di importanti accorpamenti aziendali: ASST (telefoni di stato) e SIP, dalla loro fusione nasce Telecom. Analogo processo avviene in Europa. Nel nostro paese, interessato dai processi di liberalizzazione e privatizzazione messi in atto dal primo governo Prodi, le Telecomunicazioni prendono il sopravvento sull’area cultura e spettacolo e il sindacato si trova così a dover affrontare questioni nuove ed estremamente delicate. Tra queste possono essere ricordate la privatizzazione della Telecom, pure strategica ma dal punto di vista sociale dolorosa,  determinando nel paese la perdita di oltre 50.000 unità lavorative, la ristrutturazione delle Poste, meno dolorosa ma altrettanto significativa, e, infine, la nascita di nuove realtà imprenditoriali come Tre, Tiscali, Sky – per ricordare le più note e le più importanti –, che hanno prodotto rilevanti cambiamenti nel tessuto socio-economico cagliaritano, consentendo a tanti giovani l’ingresso nel mondo del lavoro. A sua volta, il sindacato ha continuato a evolversi per rispondere a quell’urgenza di rappresentanza e di difesa dei diritti dei lavoratori che non si è mai sopita.
Si sono avviati per la prima volta in tante aziende (Videolina, Unione Sarda, Tiscali, Sky, Teatro Lirico) gli integrativi di 2° livello, contribuendo a ridefinire l’organizzazione del lavoro, funzioni, professionalità e miglioramenti dal punto di vista economico. In questa temperie è nato un gruppo dirigente nuovo, con un alto grado di scolarizzazione, composto da giovani e tra loro molte le donne con un ruolo importante, soprattutto nelle aziende dove sono nati per la prima volta gli integrativi.
La nascita di questo nuovo gruppo dirigente mi ha consentito di passare il testimone di un lavoro molto interessante ed in quella fase anche entusiasmante. Si trattava di costruire il nuovo.
Ruggero Deidda

Visite
Visitatori On-Line: 1
Visitatori Totali: 24842
Newsletter

Inserisci la tua mail per iscriverti


Newsletter Plugin by Bulk Email Software